Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Juta, fibre di cocco, canapa Questi nuovi tessuti per pacciamatura biodegradabili sono, per la maggior parte, autorizzati in agricoltura biologica.

Ma possiamo adottarli nel nostro giardino o orto?

L'utilità dei teli di pacciamatura biodegradabili

Come la pacciamatura vegetale o minerale, o i panni sintetici per pacciamatura, i panni per pacciamatura biodegradabili sono molto utili per:

  • Ferma la proliferazione di erbacce o erbacce. Questi ultimi sono privati della luce, la fotosintesi non avviene più. Le erbacce non crescono più. Sono tante le sessioni di diserbo da eliminare.
  • Ridurre l'irrigazione perché i tessuti per pacciamatura biodegradabili trattengono l'umidità del suolo
  • Ridurre l'erosione del suolo che non è più soggetto alla violenza della pioggia o del vento.
  • Per contrastare la formazione di una crosta dura sul terreno protetto
  • Proteggi le piante dagli schizzi dovuti alla pioggia, e quindi dallo sporco e dalle malattie crittogamiche.

Coperture in pacciamatura biodegradabili vs coperture in pacciamatura sintetica

Il tessuto sintetico per pacciamatura non si sfalda

Oltre a questi vantaggi, le coperture per pacciamatura in polipropilene presentano alcuni svantaggi che non possono essere trascurati. A cominciare dalla loro composizione plastica che non è né estetica né ecologica. Inoltre, se la loro durabilità è garanzia di serenità per molti, la tela sintetica impoverisce il suolo.Favorisce infatti la crescita delle piante nei primi anni, ma, con il passare del tempo, il terreno perde la sua fertilità. Semplicemente perché non si nutre più di sostanza organica, il che implica l'assenza di nutrienti per le piante. Che dire del tessuto per pacciamatura biodegradabile?

La risposta è racchiusa nel nome stesso di questo metodo di pacciamatura. Biodegradabile! Questi teli pacciamanti, chiamati anche feltri pacciamanti, proteggono il terreno nutrendolo. Infatti, nel tempo, degradano, decompongono e arricchiscono il suolo perché sono costituiti da materiali di origine naturale. Questi materiali sono quindi compostabili, riciclabili pur consentendo il mantenimento della vita dei microrganismi e della microfauna. E, dopo qualche anno, si integrano totalmente nel terreno, a differenza delle tele di plastica che spesso invecchiano male e non si disintegrano.

Inoltre, questi feltri per pacciamatura sono molto più permeabili all'acqua e all'aria rispetto ai tessuti sintetici. L'acqua piovana gocciola meno e penetra meglio nel terreno. I tessuti sintetici per pacciamatura rimangono invece più resistenti, tra l' altro al calpestio.

I diversi tipi di feltri vegetali

Presentati in rotoli, quadrati o cerchi, con pesi diversi uguali allo spessore, questi fogli di pacciamatura biodegradabili sono realizzati con molteplici materiali naturali:

  • Il tessuto per pacciamatura in fibra di cocco ha una durata da 5 a 10 anni.
  • Il tessuto per pacciamatura in canapa è molto efficace in termini di occultamento. Trattiene molto bene l'acqua e ha una durata da 1 a 2 anni, a seconda del terreno e del clima. L'humus prodotto dalla degradazione della canapa non acidifica il suolo.La canapa è prodotta principalmente in Francia
  • Pacciame di juta o sisal: si tratta di due fibre provenienti da piante erbacee di origine tropicale, quindi non prodotte alle nostre latitudini. Relativamente spesso, questo tessuto si degrada in circa 2 anni. È un ottimo isolante termico grazie alla sua opacità. Alcuni tessuti non possono essere utilizzati in agricoltura biologica perché hanno una pellicola di polipropilene aggiunta.
  • Il panno per pacciamatura in amido di mais deriva dalla fermentazione dello zucchero e dell'amido di mais. Ha una bassa densità, che facilita l'installazione.
  • Il tessuto per pacciamatura in lino è realizzato con paillettes di lino agglomerate o tessute. La decomposizione avviene in 1 o 2 anni e consente la creazione di humus di qualità.

Esistono anche tessuti per pacciamatura realizzati in materiali compositi, derivanti dalla miscela di fibre diverse, o anche in bioplastica o biopolimero, più riservati all'uso professionale.

Qualche svantaggio comunque

In più di un modo, questi pacciami biodegradabili sono più rispettosi dell'ambiente. Presentano però alcuni inconvenienti che devono essere tenuti in considerazione in relazione all'uso che se ne vuole fare.

  • Queste coperture per pacciamatura sono per definizione meno durevoli nel tempo, a parte la copertura in fibra di cocco che ha una longevità equivalente alle coperture per pacciamatura sintetica. D' altra parte, sono più estetici e degradano alimentando il terreno.
  • Il loro costo è molto più alto dei tessuti sintetici per pacciamatura
  • Questi feltri per pacciamatura sono meno robusti dei tessuti sintetici per pacciamatura e non resistono necessariamente bene al calpestio.
  • La loro posa a volte è più difficile. La tela da imballaggio è, ad esempio, la più difficile da maneggiare e tagliare a causa del suo spessore.

Pacciame minerale, la panacea!

Se i tessuti per pacciamatura biodegradabili sono efficaci, rimangono tuttavia costosi e restrittivi da installare, soprattutto su grandi superfici. I vari pacciami minerali o organici (legno ramiale frammentato (RCW), fiocchi di lino, canapa o miscanto, baccelli e gusci di cacao, bucce di grano saraceno) sono altrettanto efficaci contro la proliferazione delle erbe infestanti e la limitazione dell'irrigazione pur essendo particolarmente estetici e semplici da implementare.

Non tutti però hanno le stesse caratteristiche e non possono essere utilizzati in tutte le aiuole, bordure o nell'orto. Pertanto, il pacciame di corteccia di pino dovrebbe essere utilizzato per le piante di erica a causa della loro acidità.

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

Messaggi Popolari

Annaffiare le piante: cosa devi sapere

L'irrigazione delle piante è importante ma deve essere misurata per proteggere le nostre risorse idriche. Ecco i suggerimenti per annaffiare correttamente i fiori…

Vacanze: pianificare l'irrigazione

Prima di partire per le vacanze, devi fare alcune cose per trovare le piante del tuo giardino in buona salute. Ma in caso di siccità, l'irrigazione deve essere ponderata e ragionevole. Stai lasciando il tuo giardino per una settimana o più? Inizia controllando il meteo per scoprire come organizzare la tua assenza. Se le docce sono in …

Piscine mozzafiato

Il 23 ottobre, la Federazione dei professionisti della piscina ha assegnato i suoi Trofei di piscina 2012. Questi mettono in mostra il dinamismo dei professionisti del settore e il loro senso di innovazione. 34 risultati sono stati assegnati durante questa 7a edizione. In occasione dello spettacolo di piscine e spa di Parigi …